Milano

Cernobbio e il Lago di Como offrono numerose attività a cui dedicarsi nei giorni di sole, ma quando il tempo è piovoso perché non cogliere l’occasione per visitare una grande città ricca di cultura, tradizione e storia come Milano?

Milano può essere comodamente raggiunta in meno di un’ora di macchina da Cernobbio o, in alternativa, potrete prendere il treno diretto che dalla stazione di Como Lago porta, in un’ora, alla stazione di Milano Cadorna, punto di partenza degli itinerari proposti.

Questa stazione è servita da due delle principali linee della metropolitana, la linea rossa M1 e la linea verde M2. E’ possibile acquistare i biglietti per una singola corsa, ma per chi prevede di utilizzare più volte nell’arco della giornata i mezzi pubblici potrebbe essere conveniente l’acquisto del ticket giornaliero, valido per 24 ore dalla prima convalida su tutte le metro, gli autobus, i tram ed il passante ferroviario.

Cosa fare con la pioggia, per chi non è mai stato a Milano:

Dalla stazione di Milano Cadorna si raggiunge in pochi minuti a piedi (o con una fermata di metro sulla linea rossa, in direzione Sesto I Maggio, fermata “Cairoli-Castello”) il Castello Sforzesco.

Il suggestivo edificio ospita un museo (info e biglietti), ma vale la pena farvi tappa anche solo per ammirarne i cortili, le mura e i profondi fossati, respirando un’aria medievale.

Dopo una foto alla celebre fontana, potrete decidere di raggiungere Piazza Duomo con 2 fermate di metro o con un breve tragitto a piedi lungo via Dante, una delle vie dello shopping milanese.

Una volta raggiunta la piazza, una visita al Duomo è d’obbligo: l’accesso turistico alla Cattedrale è a pagamento (info e biglietti), mentre l’ingresso per la preghiera e le celebrazioni è gratuito, tuttavia si ha accesso ad un percorso ristretto.

Vi è anche la possibilità di accedere alle Terrazze del Duomo (con un biglietto separato) e godere di una vista suggestiva dall’alto, fra le guglie, ma questa attività è consigliata solo in giornate soleggiate.

Se iniziate ad essere affamati dopo una mattinata intensa, la zona offre proposte per tutte le tasche: per una sosta veloce potete concedervi uno dei famosi panzerotti di Luini o un trancio di pizza al volo da Spontini, mentre se siete alla ricerca di un ristorante potete optare per la trattoria “Da Nennella” (versione milanese della celebre osteria napoletana) o salire al settimo piano della Rinascente e gustare piatti della tradizione al Maio Restaurant,  con una vista mozzafiato sul Duomo.

Dopo un buon caffè, concedetevi una passeggiata verso la vicina via Torino, che in una piccola traversa ospita la Chiesa di San Satiro (info e orari): non vi riveleremo cosa ci sia di così speciale in questo piccolo edificio, o vi rovineremmo la sorpresa!

Via Torino e Corso Vittorio Emanuele possono essere un ottimo punto di partenza per chi vuole dedicarsi allo shopping; se invece desiderate visitare altri punti culturali, il Museo del Novecento (orari e biglietti) e Palazzo Reale (orari e biglietti), entrambi in Piazza Duomo, offrono sempre mostre permanenti e temporanee per ogni gusto.

Cosa fare con la pioggia, per chi conosce già la zona del Duomo:

Dalla stazione di Milano Cadorna è possibile raggiungere a piedi, con un breve tragitto attraverso il vicino Parco Sempione, l’edificio della Triennale, che ospita diverse mostre permanenti e non (info e biglietti) in una struttura di design.

Una volta conclusa la visita, si consiglia di tornare a Cadorna e prendere la metro verde per raggiungere il quartiere di Brera (fermata Lanza, direzione Gessate/Cologno) anche con la pioggia, perdersi per le sue stradine diventa un’esperienza suggestiva, con svariati bistrot e locali artistici dove pranzare o concedersi un aperitivo.

Non può poi mancare una visita alla storica Pinacoteca di Brera (info e biglietti) che ospita opere celebri quali “Lo sposalizio della Vergine” di Raffaello o la “Pietà” del Bellini.

Se invece avete già visitato la Pinacoteca, prendendo nuovamente la metro verde da Lanza e dirigendovi verso la fermata S. Ambrogio (direzione Assago/Abbiategrasso), avrete modo di visitare l’omonima chiesa (orari e info) e, a pochi minuti a piedi, i chiostri dell’Università Cattolica realizzati dal Bramante.

A una decina di minuti dalla fermata si trovano anche la chiesa di Santa Maria delle Grazie ed il Cenacolo di Leonardo (è necessaria la prenotazione, qui).

Cosa fare se c’è bel tempo, per un itinerario meno famoso:

Se non è la prima volta che visitate Milano, ne conoscete probabilmente i luoghi più celebri e turistici: approfittando del bel tempo, vale la pena esplorare una delle zone più moderne e meno note  di questa città sempre in evoluzione.

Dalla stazione di Cadorna potete raggiungere il quartiere di Brera o con la metro verde, (direzione Gessate/Cologno, fermata Lanza) o con una passeggiata di circa un quarto d’ora attraverso la zona del Castello e del Piccolo Teatro.

Una volta arrivati, un giro all’Orto Botanico (info e biglietti) vi farà dimenticare di trovarvi in una grande e caotica città.

Da questo quartiere si raggiunge poi facilmente il lussuoso Corso Como, ricco di ristoranti e negozi alla moda, e Piazza Gae Aulenti: qui vi attendono fontane con giochi d’acqua e grattacieli ultramoderni, fra cui il famoso Bosco Verticale, casa di molti vip milanesi.

Il Bosco Verticale

La zona, recentemente modernizzata, vanta anche uno splendido parco noto come Biblioteca degli alberi: un’ampia area verde con giochi per bambini e attrezzature per praticare sport, in cui riposarsi dopo un’impegnativa giornata da turisti.

Cosa fare se c’è bel tempo, un itinerario poco impegnativo (mezza giornata):

Se potete dedicare a Milano solo una mattinata o un pomeriggio ed avete già visitato le principali attrazioni, una zona da scoprire può essere quella dei Navigli.

Dalla stazione Cadorna, prendendo la metro verde in direzione Assago/Abbiategrasso e scendendo alla fermata Porta Genova, raggiungete in un quarto d’ora la Darsena di Milano: l’area è stata molto valorizzata negli ultimi anni e potrete passeggiare lungo il bacino d’acqua grazie a un percorso pedonale.

Da qui partono anche alcune gite in barca sui Navigli (qui maggiori informazioni), ma il nostro consiglio è di non rinunciare a percorrerli anche a piedi, attraversando i ponticelli che congiungono le due alzaie, curiosando nei negozietti stravaganti di dischi e abiti vintage e scoprendone gli angoli più nascosti. Sapevate che il bar più piccolo al mondo si trova qui?

La zona è sempre molto frequentata, ma si anima ancora di più a partire dal tardo pomeriggio, quando i giovani iniziano a radunarsi nelle piccole osterie o nei localini più chic per un’ “apericena” in pieno stile milanese.

Lugano è una delle città più grandi e vive del Canton Ticino e, grazie alla sua posizione strategica a soli 30 km da Cernobbio, è una meta ideale per trascorrere sia le giornate di pioggia che quelle di bel tempo fra musei, escursioni e shopping.

Lugano

Cosa fare se piove

La prima tappa per chi arriva a Lugano non può che essere la maestosa Cattedrale di San Lorenzo, che dista 5 minuti di cammino dalla Stazione Centrale.

Nelle immediate vicinanze si trovano anche altri due importanti luogo di culto, la chiesa di San Carlo e quella di Santa Maria degli Angioli, che ospitano affreschi rinascimentali ad opera di Bernardino Luini e dipinti del Settecento.

Altro punto di grande interesse è certamente il LAC, ovvero il centro culturale cittadino “Lugano Arte e Cultura”: la moderna struttura ospita di volta in volta esposizioni di grandi artisti ticinesi e non, eventi e laboratori per diverse fasce d’età (qui tutte le informazioni).

Anche se il tempo non è dei migliori, dal LAC si può passeggiare costeggiando lo splendido Lago di Lugano: in poco più di un quarto d’ora avrete raggiunto il centro cittadino e qui potrete passeggiare e perdervi curiosando fra i negozi di via Nassa, fino a piazza Riforma.

Se poi siete amanti del cioccolato, non perdete l’occasione di partecipare ad una degustazione organizzata dalle numerose pasticcerie e cioccolaterie presenti in città, per finire la vostra gita in… dolcezza!

Cosa fare con il bel tempo

Se vi trovate a Lugano in un giorno di sole e anziché visitare musei e chiese preferite stare all’aria aperta, la città offre numerose alternative.

Passeggiando sul lungolago raggiungerete facilmente il Parco Civico, uno dei luoghi più suggestivi di Lugano: diviso in due zone, la prima con giardini all’italiana e all’inglese, la seconda più selvaggia, è ideale per rilassarsi, scattare fotografie e lasciare che i bambini si divertano nelle aree giochi dedicate.

All’interno del Parco sono presenti anche il Museo di Storia Naturale e quello Cantonale, nonché un ristorante per pranzare senza abbandonare l’atmosfera di pace di questo luogo.

Dal Parco è poi possibile raggiungere, con l’autobus numero 11 (orari e linee), il Monte Brè, che con il suo belvedere offre una vista mozzafiato sulla città.

Per fare ritorno in centro ci si può servire poi della funicolare, così da godersi il panorama anche al ritorno.

Dalla fermata della funicolare, infine, partono i battelli che offrono diversi itinerari per ammirare Lugano dall’acqua.