Guida alle ville storiche di Cernobbio e dintorni

Il Lago di Como è da sempre uno dei migliori e più lussuosi luoghi di villeggiatura italiani. Le sue sponde, infatti, nei tempi addietro, erano frequentate soprattutto dalla ricca nobiltà italiana ed europea, con artisti, politici o letterati che erano soliti riunirsi in queste splendide ville sul Lago di Como.

Molte di queste sontuose abitazioni sono state acquistate da persone di alto rango, le quali hanno deciso o di trasferirvi del tutto la propria dimora o di trasformarle nella propria residenza estiva. Altre, invece, sono rimaste di proprietà pubblica, pertanto, se sei alla ricerca di un itinerario diverso dal solito, organizza una gita alla scoperta delle ville sul Lago di Como.

Ecco la nostra selezione delle ville da visitare sul Lago di Como!

Alla scoperta di Villa d’Este a Cernobbio

Concediti una passeggiata nel “Migliore hotel del mondo”: la Villa d’Este di Cernobbio è stata così denominata dalla prestigiosa rivista Forbes nel 2009. Essa infatti, nel corso degli anni, ha ospitato personaggi illustri, come le principali famiglie reali del mondo, quali i Windsor e i Ranieri di Monaco, ma anche figure di spicco del mondo dello spettacolo, come Greta Garbo, Liz Taylor e Madonna.

Villa d'Este a Cernobbio

Questa antica dimora rinascimentale, chiamata anche Villa del Garovo, in origine era la residenza estiva di Tolomeo Gallio, cardinale della città di Como. Alla sua morte, Villa d’Este passò in mano alla famiglia del cardinale, la quale, non curandola, la portò ad uno stato di degrado.

La villa, per anni, passò di mano in mano fino ad essere acquistata da una famiglia milanese, i Calderari, i quali si rimboccarono le mani mettendo in atto un importante progetto di restauro con la creazione di un nuovo giardino all’italiana.

Nel 1814 essa divenne la residenza della Principessa Carolina di Brunswick, la quale le diede l’attuale appellativo di Villa d’Este. Ella, grazie ad ingenti lavori di ristrutturazione, riportò la villa al suo splendore rendendola una maestosa struttura neoclassica.

Nel 1873 Villa d’Este divenne un hotel di lusso su iniziativa di Giulio Belinzaghi, all’epoca sindaco di Milano, e di alcuni senatori italiani. La struttura è visitabile solo per i clienti dell’hotel o nel corso di eventi pubblici, come ad esempio il Concorso d’Eleganza Villa d’Este che si tiene ogni anno nel mese di aprile.

Visitare Villa Erba a Cernobbio

Tra le ville di Cernobbio non poteva mancare Villa Erba, una delle più importanti ville del Lago di Como. Essa fu costruita per volontà di Luigi Erba, fratello ed erede di Carlo Erba, uno dei più importanti industriali farmaceutici dell’epoca.

La struttura fu progettata da Angelo Savoldi e Giovan Battista Borsani con lo scopo di manifestare la ricchezza e l’importanza della famiglia Erba.

Villa Erba a Cernobbio

Alla morte di Luigi, la villa fu ereditata dalla figlia Carla, la quale sposò il duca Giuseppe Visconti di Modrone. Dal matrimonio nacque Luchino Visconti, celebre regista, che trascorse i suoi ultimi anni nella villa di famiglia e lì montò il film Ludwig.

Successivamente la villa è stata acquistata da un consorzio pubblico che vi ha realizzato un complesso espositivo congressuale. Villa Erba a Cernobbio può essere visita nel corso degli eventi pubblici oppure con visite private su richiesta precedente al giorno della visita dalle 9 alle 18.

Hai mai sentito parlare di Villa Bernasconi?

Questo splendido edificio in Stile Liberty è stato commissionato dall’imprenditore tessile Davide Bernasconi all’architetto di Milano Alfredo Campanini. La posizione di questa struttura, tuttavia, non è lasciata al caso; infatti Villa Bernasconi fu costruita nei pressi dell’impianto di produzione di seta di Cernobbio, di proprietà della famiglia.

Villa Bernasconi

La struttura, per diversi anni, passò nelle mani di numerosi proprietari, fino a quando non venne acquisita dal comune di Cernobbio stesso. Attualmente si tratta di un gioiello fresco di restauro che ospita al suo interno una struttura museale.

Definita come una “casa che parla”, in quanto la villa esprime a pieno a storia della famiglia Bernasconi, attraverso documenti storici e contenuti multimediali sorprendenti. Nel corso degli anni, inoltre, essa è divenuta un importante centro culturale, capace di offrire un’ambientazione senza precedenti per esposizioni artistiche, eventi e matrimoni.

Anche gli esterni di Villa Bernasconi sono stati progettati nei minimi dettagli; il Campanini ha saputo integrare con perfetta armonia materiali e forme, arrivando a rendere la facciata dell’edificio un’opera d’arte essa stessa: tutti gli elementi architettonici, infatti, sono impreziositi da vere e proprie sculture rappresentanti il ciclo di vita del baco da seta. Senza nulla togliere ai giardini della villa, accoglienti e graziosi, che da poco tempo a questa parte ospitano anche un ufficio di informazioni turistiche: lo trovate aperto tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.

Scoprite il fascino di Villa Pizzo

Questa Villa, denominata “Villa Pizzo”, fu costruita a Cernobbio per volontà del mercante comasco Giovanni Muggiasca, il quale acquistò un ampio terreno agricolo ricco di vigneti e uliveti, il quale si estendeva dalla riva del lago fino alla cima delle colline.

L’ultimo Muggiasca ad abitare la villa fu Giovanni Battista, il quale in seguito divenne vescovo di Como, e a cui si deve gran parte dell’arredamento Neoclassico della villa, incluso il piccolo monumento marmoreo presente nel parco e dedicato ad Alessandro Volta.

Negli anni seguenti, un certo ingegnere Bonzarini acquistò la struttura per conto del vinceré Ranieri di Hasburg, il quale la trasformò nella casa della moglie Maria Elisabetta Savoia di Carignano.

Nel 1865 Villa Pizzo fu acquistata da Madame Mousard, l’eccentrica regina dei parigini. Ella fu costretta a lasciare la casa, la quale in seguito venne rilevata dalla famiglia milanese Volpi Bassani.

Villa Pizzo a Cernobbio

Tra le ville sul lago di Como, Villa Pizzo sembra essere una logica prosecuzione di Villa d’Este. Essa è composta da una lunga serie di terrazzamenti e, verso Moltrasio, il suo giardino si infittisce sempre di più, fino a diventare un intersecato sistema di vialetti e sentieri minori, ai cui margini è possibile ammirare una grotta d’acqua, vasche, corsi d’acqua e le false rovine di un piccolo tempio classico.

Potete visitare la villa su prenotazione; il costo della visita è di 13,00€ a persona ed è comprensivo di visita guidata in lingua italiana.

Ci auguriamo che questa visita virtuale alle Ville sul Lago di Como ti abbia fatto venire voglia di visitarle in prima persona. Se vuoi organizzare la tua prossima vacanza alla scoperta delle Ville a Cernobbio prenota uno dei nostri comodi appartamenti: La Corte di Zizì è a tua completa disposizione!

2018-09-23T17:14:15+00:00

About the Author: